La sincronicità
possiamo scegliere come riconoscerla e onorarla...
 
 

Siamo sempre inseriti in un flusso sincronico

 
Il concetto di sincronicità, è stato coniato da Jung come principio che regola i "nessi acausali"; quelle situazioni cioè dove non è riconoscibile alcun tipo di causalità. Sincronicità è l'accadere simultaneo di coincidenze significative che testimoniano una qualità di energia che si muove secondo una logica che "prescinde", cioè non lega in nessun modo gli eventi fra di loro e tantomeno le coincidenze. La sincronicità si inserisce come quarto elemento, oltre alle tre dimensioni conosciute e studiate di spazio – tempo e rapporti causa - effetto.
 
   

Il "sentire interiore" ci informa sulla sincronicità che creiamo...

 
Esiste un flusso di sincronicità positiva, caratterizzato da benessere, armonia, cooperazione, lieto sentire nel qui ora... E uno di sincronicità negativa, caratterizzato da identificazione, separazione, disagio e difficoltà a stare nel qui ora... In qualsiasi momento possiamo cambiare e scegliere se perdere la presenza nel qui e ora e scivolare nella sincronicità negativa...o se ritrovare la presenza nel qui e ora e fluire nella sincronicità positiva.  
     

Nell'adesso creiamo il nostro futuro.

 
Se vogliamo cambiare la nostra sincronicità, la qualità delle energie con cui entriamo in risonanza, possiamo farlo ora. Riconosciamo in cosa siamo identificati, guardiamoci intorno e facciamo un grande respiro. La consapevolezza della sincronicità, non serve a farci scivolare in inutili atteggiamenti superstiziosi.....ma a stimolare la nostra grande libertà per provare a fidarci un po' di più della logica dell'Universo. Iniziando da adesso.
 

Vai al video sulla sincronicità